Le giornate del Cinema Muto 2012 @ Teatro Verdi – PN
By iana On 15 Oct, 2012 At 04:12 PM | Categorized As Eventi | With 0 Comments

foto e testi di iana

Descrizione sommaria
Evento: Le giornate del Cinema Muto 2012
Artisti partecipanti: cineasti e musicisti da ogni parte del mondo
Luogo: Teatro Verdi – PORDENONE
Giorno: da sabato 6 a sabato 13 ottobre 2012
Ora: tutto il giorno e la sera

Impressione primaria
Un cinema da ascoltare.
Per certi versi può sembrare un paradosso… Parlando di cinema muto poi!
Ma è davvero così. Perchè ad accompagnare la magia delle immagini in movimento c’è un sapiente dosaggio di note internazionali.
Le immagini in questione, però, hanno la caratteristica di appartenere ad una delle epoche più primitive del cinema: quella dell’assenza di suoni, e spesso anche di colori. L’epoca del muto. Come sappiamo il sonoro al cinema arriva ufficialmente nel 1927 con il Don Juan, ma, come spesso accade, ogni innovazione è sempre introdotta da un fermento precedente che non è da trascurare. Prima del sonoro esisteva già una maniera più “analogica” di portare melodie nelle sale. Orchestre e musicisti si dilettavano nella straordinaria dote della rimusicazione dal vivo delle opere del cinema.
E così, ancora oggi, nel 2012, ci si ripropone di non perdere questa magica tradizione ed accanto a gioielli riscoperti del cinema delle origini abbiamo artisti di fama mondiale che dal vivo, e sottolineo dal vivo (per chi non l’avesse capito il fenomeno accade nel mentre stesso i film scorrono davanti ai nostri occhi) creano ed improvvisano sinfonie d’accompagnamento.
Entriamo nel vivo (appunto) del festival. Festival riconosciuto a livello mondiale giusto per tornare a “quelli che… a Pordenone non c’è mai nulla da fare.”
Come ogni anno accattivanti sezioni si alternano: ecco che riscoperte e restauri lasciano spazio quest’anno ad un’intera rassegna su Dickens, allo humor di Jacobs, alle innovazioni di Selig e al cinema d’animazione tedesco.
Per non parlare poi delle file di gente, non solo “elite d’artisti”, che ogni sera si lasciano andare ad uno spettacolo diverso dal solito. Se la serata inaugurale ha visto Les aventures de Robinson Crusoé datato 1902 a ha fatto seguito The Patsy storia di un “fascino biondo” del 1928, non possiamo dimenicare La passion de Jeanne D’Arc, opera miliare del muto, né Die freudlose gasse prezioso film del 1925. La serata di chiusura vedrà la splendida Greta Garbo in A woman of affairs dramma di notevole finezza del 1928. Non dimenticando però il caro Dickens che con Oliver Twist ci farà intenerire.
Tutto ovviamente rimusicato dal vivo, ma sulla questione mi sono già soffermata…
Ricca anche l’offerta per le scuole, dove A colpi di note! è sicuramente oggetto di vanto territoriale, e i diversi convegni ed eventi collaterali che riempiono la città di strani personaggi alla Chaplin.
Curiosa la piccola mostra al 2° piano del Teatro Verdi dedicata sempre a Dickens, ma interamente costituita da vetrini per lanterna magica, l’antico video proiettore, di cui troverete un esemplare a due lenti. La curiosità è che la mostra è curata da Laura Minici Zotti, graziosa signora di una certa età, che, oltre ad essere direttrice del Museo di Precinema di Padova, ha da pochi anni concluso il mestiere di lanternista con l’ultimo spettacolo proprio alle Giornate del 2010.
Se proprio siete di quelli che della settima arte non ne vogliono sapere sappiate che questo, grazie alle enormi capacità musicali, è un cinema che si potrebbe vedere ad occhi chiusi. Provare per credere. E scoprirete che magari le “cose vecchie”, dando un’occhiatina al grande schermo, non sono poi così lontane dalle nostre abitudini visive.

 

 

 

Lascia un commento